Canone Unico Patrimoniale - Comune di Fontanellato (PR)

Uffici e servizi | Area II - Servizi Finanziari | Tributi | Canone Unico Patrimoniale - Comune di Fontanellato (PR)

CANONE UNICO PATRIMONIALE

La Legge 160/2019 istituisce a decorrere dal 01/01/2021 il canone unico patrimoniale.

Per effetto delle disposizioni contenute nella legge 160 del 27 dicembre 2019, articolo 1 commi da 816 a 836 a decorrere dal 2021 è istituito dai   Comuni il Canone Unico Patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria che sostituisce il Canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP), l’Imposta comunale sulla pubblicità (ICP)e il diritto sulle pubbliche affissioni.

Nel comune di Fontanellato il canone unico patrimoniale è stato istituito in via provvisoria con delibera di consiglio comunale n. 2 del 21.01.2021, rinviando l’approvazione del relativo regolamento e delle relative tariffe a successivi provvedimenti da adottarsi entro il 31 marzo 2021.

Nell’ intento di evitare l’interruzione nei servizi, di mantenere il relativo afflusso di entrate e di consentire l’istituzione del canone e la corretta regolamentazione dello stesso, in via provvisoria, si applicano, in quanto compatibili:

  • la procedura per il rilascio delle concessioni per l’occupazione di suolo pubblico e le modalità di applicazione del canone contenute nel regolamento di disciplina della del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche;
  • la procedura per il rilascio delle autorizzazioni all’installazione degli impianti pubblicitari e le modalità di applicazione del tributo contenute nel regolamento di disciplina dell’imposta comunale sulla pubblicità e dei diritti sulle pubbliche affissioni.

 

Nelle more dell’approvazione del regolamento del canone unico patrimoniale e delle relative tariffe, sono dovuti in acconto, sulla base delle tariffe vigenti per l’anno 2020 e nei limiti della compatibilità con la disciplina della L. 24/12/2019, n. 160, i canoni relativi alle occupazioni temporanee di spazi ed aree pubbliche, i canoni relativi alla pubblicità temporanea e al diritto sulle pubbliche affissioni secondo le modalità previste per i citati prelievi. Per le altre fattispecie impositive il prelievo verrà effettuato alle scadenze e secondo le modalità che verranno fissate nel regolamento del canone unico patrimoniale in via di adozione. Il regime dichiarativo applicabile è quello previsto in materia di imposta comunale sulla pubblicità e di canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche.

L’eventuale differenza positiva tra quanto dovuto sulla base delle tariffe dei canoni approvate per l’anno 2021 e l’importo versato in acconto è dovuta, senza applicazione di sanzioni ed interessi, entro il termine di 60 giorni dall’approvazione delle tariffe.

Nel caso emerga una differenza negativa, la stessa potrà essere richiesta a rimborso o compensata secondo le modalità previste dalla legge e dai regolamenti comunali.

La scadenza di pagamento dell’imposta di pubblicità del 31 gennaio 2021 è da ritenersi soppressa. La nuova scadenza di pagamento del canone sarà, presumibilmente, entro il mese di aprile 2021.

 

DELIBERA DI ISTITUZIONE DEL CANONE UNICO PATRIMONIALE

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (584 valutazioni)